Autore Topic: Colpa della tecnologia?  (Letto 4761 volte)

Offline Amministratore

  • Responsabile Forum
  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1623
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net
Colpa della tecnologia?
« il: 15 Novembre 2006, 16:38:31 »
L’avvento del 33 giri microsolco prima e del 45 giri dopo (con giradischi portatili a transistor, supporti e riproduttori a basso prezzo e quindi ad elevata diffusione) può essere una risposta al fenomeno delle Cover.
Negli anni 50/60, non esistevano radio libere, la conoscenza della lingua straniera era assai ridotta e quindi le canzoni straniere potevano arrivare in Italia attraverso fenomeni planetari (Elvis Presley, Paul Anka, ecc).
Ed è da quì che il fenomeno Cover è esploso. Che ne dite?


Marco - plagimusicali.net


francesca

  • Visitatore
Colpa della tecnologia?
« Risposta #1 il: 17 Novembre 2006, 09:45:13 »
bhè potrebbe essere una idea di base che oggi è amplificata dal fatto che cè poca cretaività in giro e si punta piu' su un prodotto collaudato :-)

Francesca


Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Colpa della tecnologia?
« Risposta #2 il: 26 Novembre 2006, 00:32:29 »
quote:

bhè potrebbe essere una idea di base che oggi è amplificata dal fatto che cè poca cretaività in giro e si punta piu' su un prodotto collaudato :-)

Francesca



Sono d'accordissimo: quest'anno (in particolare in questi ultimi mesi) i "big" si sono limitati a ricantare canzoni proprie o dei loro colleghi scritte anni prima, senza inventare nulla di nuovo. Così per Natale escono vagonate di raccolte e di CD (Cover Disks?), ma l'ultima canzone nuova che mi ricordo è sempre "Sei nell'anima" che pur senza mandarmi in visibilio è effettivamente la migliore del 2006, anche per mancanza di avversari...

 
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"