Autore Topic: La musica un'arte debole?  (Letto 2327 volte)

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
La musica un'arte debole?
« il: 12 Ottobre 2007, 12:16:12 »
Premesso che sono totalmente incompetente di filosofia, apprendo da fonti spero attendibili che, secondo Kant, la musica un'arte debole perch non si pu fare a meno di subirla. Se uno legge non senti cosa sta leggendo, se dipinge puoi voltarti da un'altra parte, se scolpisce idem, se balla ari-idem con patate e acciughe. Per la musica non c' nulla da fare, o esci dalla sala o te la devi sorbire per forza. E' tutto vero? E' tutto finto?


"La fatica in salita per me poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"


Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
La musica un'arte debole?
« Risposta #1 il: 12 Ottobre 2007, 12:19:49 »
Allora non la musica ad essere debole,sei tu(siamo noi),che siamo cos tanto limitati da non poter fare due cose insieme...
La musica continua...lei ha la forza...

Videochiamatemiiiiiii
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m


Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
La musica un'arte debole?
« Risposta #2 il: 12 Ottobre 2007, 12:23:02 »
c_d_m ha scritto:

Allora non la musica ad essere debole,sei tu(siamo noi),che siamo cos tanto limitati da non poter fare due cose insieme...
La musica continua...lei ha la forza...

Videochiamatemiiiiiii
Potremmo vederla anche al contrriolo: mentre ascoltiamo musica possiamo fare anche altro (leggere, scrivere, dipingere, ballare, suonare, tradurre, scrivere sul forum [:D], distruggere un bidone dietro la macchina a bastonate [}:)], eccetera in the world), mentre ballando, dipingendo o tutto il resto-ando possiamo solo ascoltare musica.

Ora devo andare... Bye bye a dopo! [:)]
"La fatica in salita per me poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
La musica un'arte debole?
« Risposta #3 il: 23 Ottobre 2007, 11:24:22 »
Certo che si pu fare a meno di subirla..
Basta non ascoltarla.
Spegni la radio,le casse,il pc,il cd il dvd..e chi pi sigle ha pi ne metta..[xx(]
E comunque non possiamo ridurre le cose ad un semplice "tutto vero,tutto finto"
Non credo ci sia una verit assoluta,o una finzione vera..
La verit un concetto molto personale,e purtroppo cambia a seconda dei punti di vista.[V]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
La musica un'arte debole?
« Risposta #4 il: 23 Ottobre 2007, 11:33:23 »
Dalla filosofia alla pratica: il guaio quando la musica la ascolta un altro. Se vuoi restare nella stanza (e non detto che sia possibile andarsene) puoi cercare di convincere l'altro ad abbassare e/o spegnere lo streolo e allora i casi sono due:

1) una persona gentile e ti d retta;
2) non ti d retta.

Nel caso 1 il problema risolto e Kant pu anche avere torto fracico. Nel caso 2 si passa alle vie di fatto e abbiamo due sottocasi automatici:

2a) l'altro pi grosso e cattivo e il volume dello stereo non cambia;
2b) l'altro ci rimette nella colluttazione e Kant perde di nuovo la scommessa.

Come si pu vedere stamattina mi sono svegliato in forma (come no!) e sono di nuovo pronto a delirare come faccio di consueto. Ai posters l'ardua sentenza.
"La fatica in salita per me poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
La musica un'arte debole?
« Risposta #5 il: 23 Ottobre 2007, 11:38:49 »
Puoi cavartela con diplomazia,chiedendo di spegnere,o almeno abbassare perch hai una forte emicrania...
Di solito quando le mogli lo dicono ai mariti funziona...[:D]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
La musica un'arte debole?
« Risposta #6 il: 23 Ottobre 2007, 11:51:41 »
Comunque la musica, almeno secondo me, un'arte forte, la pi forte e intensa che esista. Nulla riesce a emozionarmi pi d'una melodia ben scritta o di una composizione impetuosa. La letteratura segue a ruota (specialmente la poesia, ma anche i buoni romanzi degli autori italiani contemporanei non sono affatto male), mentre purtroppo le arti figurative mi attirano molto meno, ahimx... L'unico che davvero mi piace da matti tra i pittori Vermeer.
"La fatica in salita per me poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"