Autore Topic: Ricordi di scuola  (Letto 5410 volte)

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Ricordi di scuola
« il: 23 Settembre 2007, 10:23:12 »
Il topic delle avventure scolastiche...


"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"


Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #1 il: 24 Settembre 2007, 08:54:55 »
Ultimi due anni delle superiori.
Una grande passione con un compagno di classe.
Mai esplosa,purtroppo..
Un amore platonico intenso..[:161][:161][:149]

"A groovy kind of love" è il brano che me lo fa rivivere.[:211]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m


Offline Amministratore

  • Responsabile Forum
  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1623
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net
Ricordi di scuola
« Risposta #2 il: 26 Settembre 2007, 20:36:59 »
Toh! c_d_m romantica.
Non si finisce mai di imparare......
A me che è successo a scuola? Ah sì...
Avevo appena finito di saldare un circuito stampato e mi ero dimenticato di staccare la spina del saldatore dalla corrente (come facevo sempre).
Dopo 20 minuti, convinto che il saldatore fosse staccato, l'ho IMPUGNATO (per i maliziosi, sempre il saldatore) con la mano sinistra: fumo bianco, puzza di pollo bruciato.....era la mia mano.
Morale della favola: 15 giorni con la mano fasciata.
Marco - plagimusicali.net

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #3 il: 26 Settembre 2007, 20:40:27 »
C'è mica tanto da scherzare...
Sentivo messo in dubbio il mio sex appeal in quei mesi...[:X]
Hai presente quando sei lì per concludere qualcosa(aò..non v'allargate..per qualcosa intendo un bacio...un abbraccio..)e invece...nisba...[:0]
Che s'è perso....[xx(]

Per la tua mano...beh...concedimelo...eri un pò pirla...
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline Amministratore

  • Responsabile Forum
  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1623
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net
Ricordi di scuola
« Risposta #4 il: 26 Settembre 2007, 20:47:28 »
sì, decisamente.
Un altro bel ricordo è quello del professore di diritto.
Eravamo 2 alunni, uno accanto all'altro. Io andai male, l'altro andò benino.
Al momento del voto (il professore era un COJONE), abbiamo invertito i posti.... e il prof mi diede un bel 8.
Ahahaha..ke risate
Marco - plagimusicali.net

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #5 il: 27 Settembre 2007, 08:56:43 »
Questa è stata bella,anche se essendo un pò schifina,mi ero dissociata totalmente da quello scherzo..
Terzo anno delle superiori.Quando qualcuno di noi faceva gli anni,il festeggiato usava portare in classe un pò di paste e qualcosa da bere.
E spesso offrivamo anche ai prof.
Una volta capitò quella di informatica('na piattola).
Non saprà mai,tapina,che dentro quella bottiglia di coca cola di cui se ne era versata un bicchiere,c'erano gli sputi di ben 15 persone...[xx(]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline Carlo

  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 4051
  • > BRINDISI <
    • Mostra profilo
    • www.plagimusicali.net
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #6 il: 28 Settembre 2007, 16:02:56 »
Scherzi intelligenti di bambini deficienti,oppure scherzi deficienti per bambini intelligenti,sono contento che ti sei dissociata c_d_m.
A proposito di deficenti,nei miei superiori invece si clonavano le monetine,per fregare le prime macchinette x caffè,bibite e bombon.    
[:229]


Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #7 il: 01 Ottobre 2007, 17:29:51 »
Carnevale,con le bombolette di schiuma da barba "modificate"...

Scusa per l'ignoranza(nel senso che ignoro) Carlosan...ma come facevate a clonare le monetine??
Non è che il sistema torna buono pure per gli euri??
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #8 il: 01 Ottobre 2007, 17:34:31 »
All'università (scherzo davvero leggerissimo): durante l'intervallo abbiamo cancellato le lettere d'una formula di meccanica razionale e le abbiamo sostituite con altre. Personalmente ho contribuito con delle lettere in cirillico... Il professore torna in aula, guarda un po' smarrito la lavagna e poi continua la spiegazione come se niente fosse.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #9 il: 01 Ottobre 2007, 17:48:51 »
Beh..un pò de coccio..
La nostra prof di matematica non s'è mai accorta che scrivevamo le formule con la matita sulla lavagna.
Lei non poteve vederle..noi si..anche se qualcuno da allora è diventato un pò orbo..
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #10 il: 01 Ottobre 2007, 17:56:35 »
c_d_m ha scritto:

Beh..un pò de coccio..
La nostra prof di matematica non s'è mai accorta che scrivevamo le formule con la matita sulla lavagna.
Lei non poteve vederle..noi si..anche se qualcuno da allora è diventato un pò orbo..

Noi ne avevamo una di diritto (una gran brava donna, non ha mai dato un voto negativo a nessuno, che io ricordi) che una volta, mentre interrogava un'allieva, ha scoperto che accanto alla lavagna c'era una sua compagna accovacciata per terra che suggeriva. Ci è rimasta male, ma non ha punito nessuna delle due. Ha semplicemente allontanato la suggeritrice. Gli altri, nel frattempo, visto che le interrogazioni di diritto erano sempre programmate, organizzavano tornei di scacchi (cui prendevo naturalmente parte), dibattiti, ecc.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #11 il: 01 Ottobre 2007, 18:05:10 »
L'ora di religione,mi ricordo ancora il nome del prof..Strulak(polacco...e che te lo dico a fà).
In quell'ora regnava l'anarchia più totale.
Poi un giorno si è un pò(tanto) adirato..
Così ho cercato di buttargliela in caciara facendogli ascoltare il gruppo novità di allora,gli Enigma(avevo con me il walkman...naturally)
Quando ha sentito i canti gregoriani che facevano da sfondo ai brani un pò dance si è esaltato...a momenti ci chiedeva scusa lui a noi...
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #12 il: 01 Ottobre 2007, 18:16:58 »
Da noi religione era (nel migliore dei casi) l'ora di ripasso: non ricordo più quale fosse la successiva, ma di solito ci scappavano sempre interrogazioni a catena e/o a tappeto, per cui ci ritrovavamo tutti a sfogliare affannosamente i libri e gli appunti. Per quanto fossi più giovane, non mi viene assolutamente da dire "bei tempi", perché i tempi delle superiori (specie gli ultimi tre anni) non li ricordo affatto con piacere.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #13 il: 01 Ottobre 2007, 18:22:53 »
Quando mi capita di passare davanti al mio buon vecchio "Enrico De Nicola",provo una sensazione piacevole...
Conservo un buon ricordo,anche se allora non vedevo l'ora che finisse...
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Ricordi di scuola
« Risposta #14 il: 01 Ottobre 2007, 18:32:04 »
Anch'io ho buoni ricordi, ma dell'università di lingue (mentre quella di matematica si rivelò un fallimento col botto); ogni tanto ci torno ancora adesso per seguire lezioni di altre materie che non rientravano nel mio carico didattico (allora si chiamava "piano di studi" e che non ho avuto tempo di frequentare durante la mia caccia alla laurea.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"