Autore Topic: Riflessione sulla musica italiana  (Letto 3412 volte)

Offline bah

  • Utente junior
  • **
  • Post: 88
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • E-mail
Riflessione sulla musica italiana
« il: 24 Giugno 2007, 17:24:11 »
Tempo fa pensavo (anche influenzato dai video di Pino Scotto [:D]) agli artisti italiani giovani che abbiamo in questi tempi. Le generazioni prima della mia (ho 21 anni) avevano comunque gente come De Andrè, De Gregori, Guccini, Venditti, Battisti, Renato Zero....mi chiedo chi dei cantanti giovani che abbiamo ora potrà mai raggiungere quel livello...a me non viene in mente nessuno [xx(]

Che ne pensate?


 


Offline Amministratore

  • Responsabile Forum
  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1623
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net
Riflessione sulla musica italiana
« Risposta #1 il: 24 Giugno 2007, 20:35:28 »
Uno dei problemi principali nella musica in Italia è la carenza di cantanti come quelli che tu hai citato.
Infatti, facci caso, oggi sono quasi tutti gruppi e i solisti che si dovrebbero fare sentire (Baglioni e Pausini per esempio) invece di creare roba nuova si accontano di fare "cover".
Secondo me, uno di quelli che andrà avanti ancora per un pò è Tiziano Ferro: piace ai giovani ed i suoi dischi sono i primi in classifica sia per le vendite che per i diritti d'autore.
Ma non si può fare un'analisi approfondita, anche perchè le generazioni cambiano e se:

40 anni fa c'erano Celentano - Albano -  Little Tony - i Camaleonti,

30 anni fa i Pooh - i Matia Bazar - Baglioni e Umberto balsamo

20 anni fa Fiorella Mannoia - Spagna - Jovanotti

10 anni fa Alexia - Carmen Consoli - Articolo 31

oggi Tiziano Ferro - Elisa - Ligabue


tra 10 anni non sapremo chi di questi sarà ancora in vita.

Io voto per Elisa e Gianna Nannini (in voga da 25 anni)
Marco - plagimusicali.net


Offline bah

  • Utente junior
  • **
  • Post: 88
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • E-mail
Riflessione sulla musica italiana
« Risposta #2 il: 25 Giugno 2007, 20:25:57 »
Tiziano Ferro anche secondo me è uno delle migliori voci in circolazione credo (non solo in Italia), ma a mio parere i testi lasciano un pò a desiderare....quello però è il suo stile e forse faccio questa critica solo perchè non amo il genere.

Manca comunque qualche cantautore che fa denuncia....quello non credo che ci sia
 

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Riflessione sulla musica italiana
« Risposta #3 il: 26 Giugno 2007, 12:09:57 »
Anch'io sono per la Nannini, che mi sembra presoché immune dalla crisi della musica leggera italiana. Ho ascoltato più volte il suo CD "Grazie" che è uno dei più belli che mi sia capitato di udire e non risente di quella vecchiaia musicale che ho riscontrato in Vasco Rossi, Renato Zero e altri; ha invece una poesia e una varietà di sensazioni che, partendo dal semplice e gelido "siamo soli" di Vasco (c'è proprio una citazione, non so quanto voluta, nel brano "Possiamo sempre"), esplora le svariate pieghe della solitudine, parola che ricorre più e più volte in tutto il disco.

La canzone "Sei nell'anima", che stando al nostro sito deve qualcosa ad almeno sei fonti diverse, mi pare molto più composita e commovente di queste.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline piero

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 40
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • http://www.rottaasud.com
    • E-mail
Riflessione sulla musica italiana
« Risposta #4 il: 29 Giugno 2007, 16:45:56 »
ma qualcuno ha mai ascoltato tiziano ferro senza l'ausilio dell'effettistica?
la voce fa ridere!!!
un po' come biagio antonacci....
L'italia musicale e' morta con i cantautori perche' anche quelli che sono rimasti si sono allineati alla nuova regola....i soldi...
ad oggi non c'e' nessun De andre',nessun Guccini,nessun Bertoli e non vedo da dove possano arrivare.

Offline bah

  • Utente junior
  • **
  • Post: 88
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • E-mail
Riflessione sulla musica italiana
« Risposta #5 il: 29 Giugno 2007, 20:52:31 »
no nn l'ho mai ascoltato...cmq la vedo esattamente come te. Bisogna vendersi per forza ormai...hanno successo quelli che hanno più zeppe e quelli che appaiono di più in radio e televisioni...peccato pero'
 

Offline ste_cb

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 16
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • http://www.teamaledetto.tk
    • E-mail
Riflessione sulla musica italiana
« Risposta #6 il: 02 Luglio 2007, 23:55:55 »
Ok sono d'accordo anch'io che la voce di Tiaziano Ferro sia una delle migliori in circolazione....ma se pensate bene Baglioni alla sua età aveva una voce straordinaria...veramente altissima per un uomo.....quindi non so se veramente nasceranno nuove voci come quella sua o di qualche big di adesso.....stessa cosa x le voci femminili......Mina è stata la più grande cantante donna mai esistita...la sua voce le permetteva di cantare tutto ciò che voleva...una cosa è certa che nn possiamo sperare su Daniele Battaglia o su una certa Brenda[:D]
 

Offline bah

  • Utente junior
  • **
  • Post: 88
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • E-mail
Riflessione sulla musica italiana
« Risposta #7 il: 03 Luglio 2007, 11:24:32 »
però mi chiedo, chi dei cantautori che abbiamo ora è destinato a diventare un grande, nel senso che verrà ricordato nei prossimi anni e le generazioni future lo continueranno ad ascoltare, come noi facciamo con De Andrè per capirci....è questo il problema
 

Offline ste_cb

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 16
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • http://www.teamaledetto.tk
    • E-mail
Riflessione sulla musica italiana
« Risposta #8 il: 03 Luglio 2007, 15:08:35 »
Verrano ricordati tutti alla fine.....chi più chi meno....perchè comunque sia ogni cantautore ha fatto almeno un paio di canzoni che ha segnato la storia della musica[:D]