Autore Topic: I dieci plagi più eclatanti di sempre  (Letto 6505 volte)

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
I dieci plagi più eclatanti di sempre
« il: 06 Novembre 2010, 22:59:05 »
I dieci plagi più eclatanti di sempre


Le note sono solo sette. Un'affermazione piuttosto retorica, ma usata sempre più spesso dai cantanti quando arriva nella cassetta delle lettere una bella accusa di plagio. Del resto, col passare del tempo, è inevitabile che alcuni motivi finiscano per somigliarsi. Il problema è che alcuni somigliano un po' troppo a vecchi brani che si credevano ormai dimenticati. Se si tratti di un plagio intenzionale o solo di una sfortunata coincidenza spesso rimane un mistero. Noi, nel frattempo, possiamo stilare una Top Ten dei plagi più celebri e più evidenti. Date un'occhiata!

10. Waka Waka (Shakira)/Zangalewa (Zangalewa). Si è parlato a lungo, nel corso dell'estate, di questo presunto plagio: Shakira ha copiato o no l'inno dei mondiali? Lei nega e si mostra indifferente alle accuse, ma sembra che la Sony abbia dovuto trovare un accordo con il gruppo camerunense. Economico, ovviamente.

9. Invictus/O' Sole Mio. Si tratta di un plagio inusuale: da una parte la Fondazione Bideri, erede di tutto il patrimonio di Fernando Bideri che diffuse la lirica nel mondo, e dall'altra Kyle Eastwood, figlio di Clint, autore della colonna sonora di ‘Invictus'. All'inizio del film come sottofondo c'è una base musicale fin troppo simile alla canzone storica della tradizione napoletana. Guai in vista per Kyle?

8. Blu (Zucchero)/Era lei (Michele Pecora). Spiace dirlo, ma Zucchero è uno dei cantanti italiani maggiormente accusato dagli ascoltatori di ricorrere a plagi musicali. La querelle con Michele Pecora gli mise alle calcagna anche i ‘disturbatori' di ‘Striscia la notizia'. E Fornaciari non la prese affatto bene!

7. Dazed and confused (Led Zeppelin)/Dazed and confused (Jake Holmes). Considerando anche l'uguaglianza del titolo, su questo plagio ci sono pochi dubbi. Peccato che Holmes ci abbia messo 41 anni per accorgersi dell'inconveniente. Meglio tardi che mai!

6. Credimi ancora (Marco Mengoni)/Morgan. Della serie: c'eravamo tanti amati. Son bastati pochi mesi a dividere il giudice di ‘X-Factor' dal suo pupillo vincitore. Il brano di Mengoni, presentato a Sanremo e classificatosi terzo, secondo Morgan conteneva alcune sue idee. Mengoni, con decisione, ha negato tutto. Fine di un amore.

5. Calore (Emma Marrone)/Baciami adesso (Mietta). L'ultima vincitrice di ‘Amici' già deve affrontare un'accusa per plagio, lanciatale da Mietta che pare abbia presentato un pezzo simile a Sanremo nel 2008. L'autore del testo di Emma, del resto, è Roberto Angelini. Presumibilmente, quindi, saranno fatti suoi. Con tutto il sollievo di Emma.

4. Libero (Gigi D'Alessio)/When you're gone (Bryan Adams). È il classico esempio di un plagio assolutamente casuale: messo di fronte al ‘crimine' da ‘Le Iene', D'Alessio è apparso visibilmente e sinceramente sorpreso, al punto da convincere persino la iena Elena Di Ciocco. A dimostrazione che l'affermazione ‘le note sono solo sette', a volte, ha il suo fondamento.

3. Lady GaGa/Lina Morgana. Pare che Stefani Germanotta abbia tratto ‘ispirazione', per modo di dire, da una sua vecchia amica, suicidatasi nel 2008. A lanciare l'accusa è la mamma della ragazza, inferocita dal fatto che la popstar abbia copiato non solo le canzoni, ma anche il look della figlia tristemente scomparsa.

2. Musica e parole (Loredana Bertè)/L'Ultimo Segreto (Los Angeles TF). Appena inizia il Festival di Sanremo, sembra ci sia una vera e propria gara per scovare l'ennesimo plagio. Spesso si rivelano solo tentativi di creare scalpore attorno alla kermesse: nel 2008, però, la Berté fu esclusa e spedita in tribunale. Che figuraccia!

1. Will you be there (Michael Jackson)/I cigni di Balaka (Al Bano). È il plagio più noto di tutti i tempi, almeno qui in Italia, costato a Jacko ben 4 milioni di dollari. Il classico scontro tra Davide e Golia, vinto dal piccolo Davide. Una bella soddisfazione per il nostro cantante, sia morale che economica!

(YAHOO)


Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m