Autore Topic: Good bye Pooh  (Letto 2201 volte)

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Good bye Pooh
« il: 16 Aprile 2009, 10:40:16 »
Ste è uscito dal gruppo
Stefano D'Orazio lascia i Pooh: dopo l'album di imminente pubblicazione e il tour, la band si ridurrà a tre elementi
 
Il pensiero non è rimasto chiuso lì ed è uscito (curiosamente?) alla vigilia dell'uscita di un'antologia di successi con inedito e di un tour estivo per l'Italia. Ma evidentemente era un peso che Stefano D'Orazio doveva levarsi subito di dosso: la sua avventura con i Pooh è terminata, il batterista della band più longeva della musica leggera nostrana (nata nel 1966) se ne va dopo 38 anni. Ma niente paura, sottolinea il gruppo: nessuno fermerà la musica.

I Pooh non si sciolgono né accennano ad andare in pensione. In fondo, i rimescolamenti della formazione sono un classico, un argomento degno di un quiz di Mike Bongiorno: all'inizio c'erano Valerio Negrini e Roby Facchinetti con Gilberto Fagioli e Riccardo Fogli al basso, Mauro Bertoli e Mario Goretti alla chitarra e Bob Gillot
alle tastiere. Nel '68 arrivò Dodi Battaglia e nel 1973 Red Canzian: in mezzo, nel 1971, proprio D'Orazio (classe 1948) aveva sostituito Negrini alla batteria.

Nessun dramma, dunque, solo una naturale stanchezza per una vita sempre on the road, dalla quale il ricciolone scapolo impenitente - tra i suoi maggiori meriti quello di non aver dato alla luce alcun cantante "figlio di Pooh" - si congederà con i concerti in programma dal 25 luglio, "per salutare gli amici".

I motivi ufficiali della rottura non sono noti, ma la separazione sembra priva di astio e recriminazioni. Chissà se a rendere tutto più "dolce" c'è una buonuscita milionaria, visto che la band ha venduto 25 milioni di album e 23 milioni di singoli? O se invece non fosse semplicemente vero quello che cantavano, tutti e quattro insieme, "Si può essere amici per sempre, anche quando le feste finiscono e si rompono gli incantesimi"? (Libero News)
 




Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m


Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Good bye Pooh
« Risposta #1 il: 16 Aprile 2009, 10:42:47 »
...chissà cosa penserà il fan per eccellenza dei Pooh..[:D]

Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m


Offline Carlo

  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 3071
  • > BRINDISI <
    • Mostra profilo
    • www.plagimusicali.net
    • E-mail
Good bye Pooh
« Risposta #2 il: 17 Aprile 2009, 09:01:29 »

Per me i migliori Pooh sono quelli degli anni 70, qundo c'era Riccardo Fogli,questi alcuni capolavori,considerando che alcuni di essi sono lato B.


1972 Pooh - Noi due nel mondo e nell'anima

1972 Pooh - Tanta voglia di lei

1972 Pooh - Pensiero

1972 Pooh - A un minuto dall amore

1972 Pooh - Quando una lei va via

1972 Pooh - Nascerò Con Te

1973 Pooh - Alessandra

1973 PooH - Come si fa

1973 Pooh - Cosa si può dire di te

1973 Pooh - Infiniti noi

1973 Pooh - Io e te per altri giorni
« Ultima modifica: 09 Giugno 2015, 15:38:01 da Carlo »

Offline Luc@

  • Utente normale
  • ***
  • Post: 181
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • E-mail
Good bye Pooh
« Risposta #3 il: 16 Giugno 2009, 15:23:32 »
beh dispiace molto, uno dei gruppi italiani che ha avuto una bellissima carriera... la mia preferita è giorni infiniti...
tessera #1 del club "nemici di Gigi D'Alessio" (nonchè co-fondatore)
tessera #2,5 del club "nemici di Laura Pausini"

il tempo vola e la musica suona...

ciao by Luc@