Autore Topic: Festivalbar 2007  (Letto 5778 volte)

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Festivalbar 2007
« il: 25 Maggio 2007, 22:14:42 »
Qualcuno ne sa già qualcosa?


"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"


Offline Amministratore

  • Responsabile Forum
  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1623
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net
Festivalbar 2007
« Risposta #1 il: 26 Maggio 2007, 11:41:41 »
Il Festivalbar 2007 prende il via dal Circo Massimo di Roma il 5 giugno in diretta televisiva.
Le tappe successive porteranno tanti ospiti prima a Milano, il 15 giugno dove ci sarà la registrazione di due puntate e a Catania il 29 e 30 giugno dove saranno registrate 3 puntate. Come per ogni edizione, anche la serata finale del Festivalbar 2007 si terrà all’Arena di Verona in  data ancora da confermare, ma probabilmente il 10 settembre.

http://it.festivalbar.music.yahoo.net/home/
Marco - plagimusicali.net


Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #2 il: 26 Maggio 2007, 15:10:57 »
Grazie mille per le informazioni e il link! [:)]
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline Elice

  • Utente junior
  • **
  • Post: 83
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #3 il: 29 Maggio 2007, 12:20:56 »
Ma è vero che cantano in playback?

Credo che qualche anno fa fosse così ma adesso non so!

Sarebbe scandaloso

[:(!]
Come due note che volano nel cielo

La musica è finita.

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #4 il: 04 Luglio 2007, 10:23:25 »
Ieri sera ho provato ad ascoltare qualcosina (solo un paio di canzoni, a essere onesti), ma non mi è parso niente di che. C'era Silvestri che, dopo la Paranza, può ormai permettersi di cantare qualunque cosa.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #5 il: 04 Luglio 2007, 11:03:49 »
Elice ha scritto:

Ma è vero che cantano in playback?

Credo che qualche anno fa fosse così ma adesso non so!

Sarebbe scandaloso

[:(!]

Non mi stupirebbe affatto, coi bei tempi che corrono.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #6 il: 09 Luglio 2007, 09:21:23 »
Beh..Silvestri lo disse che le sue canzoni sarebbero state "leggere" e divertenti.
Già di partenza ammiro chi non ha pretese di scrivere su temi impegnati,preferendo trattare argomenti ironici.
E comunque,anche una canzone come "la paranza" o "gino e l'alfetta" sono dei must se scritti da Silvestri.
Come sa giocare lui con la lingua italiana,pochissimi altri sanno farlo.
No?
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #7 il: 09 Luglio 2007, 11:17:57 »
c_d_m ha scritto:

Beh..Silvestri lo disse che le sue canzoni sarebbero state "leggere" e divertenti.
Già di partenza ammiro chi non ha pretese di scrivere su temi impegnati,preferendo trattare argomenti ironici.
E comunque,anche una canzone come "la paranza" o "gino e l'alfetta" sono dei must se scritti da Silvestri.
Come sa giocare lui con la lingua italiana,pochissimi altri sanno farlo.
No?

Boh, se proprio devo dire che c'è uno che sa giocare con la lingua italiana, per me è Caparezza, beninteso nei suoi momenti migliori. Lo dico a malincuore perché non mi sta simpatico neanche un po'. Questo se si parla di abilità nelle rime. Se si parla di abilità nello scrivere testi, beh, allora scelgo De André e Paolo Conte.

E poi da qualche parte ho sentito dire che Silvestri invece tratta temi impegnati: proprio al Festivalbar dell'altra sera, prima che cantasse, c'era la presentatrice che sottolineava quest'aspetto(qualcosa del tipo "come fai a parlare di temi così importanti con un linguaggio così leggero?" e lui ha risposto "perché è l'unico modo in cui riesco a farlo"). Tutto questo a puro titolo informativo.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline Amministratore

  • Responsabile Forum
  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1623
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net
Festivalbar 2007
« Risposta #8 il: 09 Luglio 2007, 11:47:27 »
E' vero, Silvestri ha una grande abilità nel formare frasi fatte con tanto di significato importante.
Marco - plagimusicali.net

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #9 il: 09 Luglio 2007, 12:16:32 »
Ed è romano.
E tutto ciò,perdonatemi,mi garba molto.
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline Amministratore

  • Responsabile Forum
  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1623
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net
Festivalbar 2007
« Risposta #10 il: 09 Luglio 2007, 12:40:16 »
Si, i romani sono molto "dotati" nel fare rime. Hanno una parlantina così semplice che ti viene voglia di stare del tempo ad ascoltarli (i migliori comici e attori italiani, nonchè musicisti e cantanti, sono di Roma...ma non è in questa discussione che bisogna parlarne).
Marco - plagimusicali.net

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #11 il: 09 Luglio 2007, 12:45:42 »
Ehm...non facciamo di tutta l'erba un fascio.
Romani anche gli Zero Assoluto.


Ma è meglio non parlarne..fuori tema..fuori tutto..fuori.

Playback?
Beh..se Avril lavigne avesse cantato col playback sarebbe stato meglio per lei.

Ma soprattutto per noi.



Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Festivalbar 2007
« Risposta #12 il: 09 Luglio 2007, 16:57:09 »
c_d_m ha scritto:

Ed è romano.
E tutto ciò,perdonatemi,mi garba molto.

OT: Se t'interessa, nella sezione "chiacchiere in libertà" c'è una discussione dedicata al romanesco. Se vuoi puoi contribuire, sei la benvenuta! [:)]
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"