Autore Topic: Si torna a scuola...  (Letto 4544 volte)

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Si torna a scuola...
« il: 07 Gennaio 2008, 00:18:17 »
Ricordo Epifanie terribili, vigilie angosciose in cui si pensava al ritorno a scuola come a un debito in protesto e si dovevano fare i compiti ch'erano rimasti in sospeso nei primi tredici giorni delle sospirate e fugaci vacanze di Natale.

Un giorno orrendo per tutti: il 6 gennaio del '92, quando i sadici professori avevano deciso di attenderci al varco con tre compiti in classe e altrettante interrogazioni a tappeto previste per la ripresa delle lezioni; roba da suicidio di massa, un'autentica maratona di terrore e sopraffazione ai danni di ventotto disgraziati studenti. Ricordo che, fino al giorno prima, avevo passato le feste coi miei cugini che erano venuti a trovarmi. Chi poteva pensare a studiare - o anche solo a fare i compiti - tra i regali di Natale e i bravi parenti che non vedevi da mesi? Di colpo tutti erano ripartiti per la patria lontana e ti ritrovavi da solo, sprofondato in un incubo: l'affannoso tentativo di recuperare il tempo perso studiando all'impazzata un libro sull'altro serviva solo ad aumentare l'angoscia.

La sera trasmisero alla tivù la consueta estrazione del primo premio per la lotteria Italia. Me n'ero sempre altamente infischiato, ma quella volta no. Quella volta desiderai ardentemente di vincere, stringendo il biglietto come fosse un'ancora di salvezza, sognando ad occhi spalancati un domani meraviglioso in cui avrei potuto farmi beffe di tutte le interrogazioni e dei compiti in classe del mondo, concedendo un meritato riposo ai diari, ai quaderni, al libretto delle giustificazioni e anche a me stesso, perché col primo premio della lotteria in tasca ci si può anche permettere di allungare le vacanze. Inutile dire che, invece, non vinsi nessun premio e il giorno dopo andai a scuola per prendermi il mio quattro regolamentare in tecnica bancaria e soffrire in silenzio il ritorno fra i banchi.

Oggi, vedendo mia cugina imprecare davanti a un passo dell'Eneide che doveva riassumere, mi sono improvvisamente tornati alla mente quelle vigilie funeree e insopportabili che "tutte le feste si portavano via", secondo l'esecrando detto.


"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"


Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #1 il: 07 Gennaio 2008, 12:14:35 »
Mamma mia che angoscia che mi hai messo addosso,kraus...[:212][:159][:254]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m


Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #2 il: 07 Gennaio 2008, 12:17:04 »
Consoliamoci col fatto che a scola nun ce dovemo più annà... We've already given (Abbiamo già dato) [:)]
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #3 il: 07 Gennaio 2008, 14:14:59 »
Fino a poco fa rimpiangevo i tempi degli studi.
Dopo il tuo racconto me sò passate tutte le voglie...[xx(]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #4 il: 07 Gennaio 2008, 21:37:06 »
In effetti non ho nessuna nostalgia di quei tempi, bensì di un passato più recente (anche perché, se non si ha nostalgia di un qualche tempo trascorso, non ha neppure senso vivere). Oltretutto era una classe male assortita e non ci trovavamo bene insieme; questo ha complicato parecchio le cose e alla fine dieci su ventotto vennero allegramente bocciati (per la cronaca il sottoscritto finì rimandato a settèmbrole, per cui quell'anno mi toccò studiare dodici mesi su dodici). Brutti tempi, brutti tempi...
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #5 il: 09 Gennaio 2008, 10:28:40 »
Ed è grazie a quei tempi che sei ciò che sei.....
(azz...urge immediatamente una macchina del tempo.......[:0])
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #6 il: 09 Gennaio 2008, 10:32:32 »
Mah, a dire il vero (e parlando seriamente) sono molto cambiato da allora: durante l'età adolescenziale ero fin troppo serio...
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #7 il: 09 Gennaio 2008, 10:37:47 »
Le persone cambiano.In bene o in male fa differenza fino ad un certo punto.
Certi vissuti ci portano a dover fare delle scelte,a cambiare la nostra vita.
Anche se magari neanche lo vogliamo...
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #8 il: 09 Gennaio 2008, 10:43:07 »
Forse era anche una questione di età. E poi a scuola non c'è alleanza coi compagni (o perlomeno, non c'era in quella classe): ognuno spera che sia un altro a venire interrogato; il detto "mors tua vita mea" era pienamente applicato in quell'aula. Dopo mi sono trovato decisamente meglio e anche il mio carattere ne ha tratto vantaggio. Forse è proprio il fatto di non avere ancora un lavoro fisso ad avermi risparmiato lotte efferate per la carriera o una concorrenza feroce con eventuali colleghi, cosa che avveniva regolarmente alle superiori.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #9 il: 09 Gennaio 2008, 17:47:01 »
Nella mia classe c'erano feudi e fazioni.
Ognuno aveva conquistato un posto e tutti erano schierati chi da una parte,chi dall'altra.
Ma la cosa incredibile era che,nonostante questo(e a parte qualche raro caso),tutti si andava abbastanza d'accordo,con la tendenza di reggerci il gioco alle brutte...
Come si dice,la legge della sopravvivenza........[xx(]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #10 il: 09 Gennaio 2008, 18:44:16 »
Nella mia, purtroppo, c'erano degli emeriti imbecilli. All'ultima interrogazione del terz'anno (che era quindi l'ultima possibilità per evitare di essere rimandati o bocciati) un paio di compagni suggerivano risposte deliberatamente sbagliate per prendersi gioco di chi andava alla lavagna, sghignazzando quando il malcapitato dava loro retta. Ecco: quello era il clima di quella allegra e simpatica classe. L'ultimo giorno di quell'anno, lungi dal salutarci e farci gli auguri di buone vacanze, ci mandammo reciprocamente a quel paese senza mezzi termini per non so più che motivo. Ricordo che passai gran parte di un altro ultimo giorno (quello del quinto anno) in un'altra classe dove c'era gente più trattabile. Come diceva un tale: "Nessun rimpianto, nessun rimorso".
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #11 il: 09 Gennaio 2008, 20:50:27 »
"Come diceva un tale: "Nessun rimpianto, nessun rimorso".

La so!!!
E' di Max Pezzali,omonimo titolo!!
Che ho vinto??[:D]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #12 il: 09 Gennaio 2008, 20:59:33 »
Un mappamondo a grandezza naturale [:D]
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #13 il: 09 Gennaio 2008, 21:01:51 »
Come dire...mi casca il mondo addosso...!![xx(]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Si torna a scuola...
« Risposta #14 il: 09 Gennaio 2008, 21:05:55 »
Ma no... Ti verrà consegnato a domicilio con tutta calma. Un bell'applauso!
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"