Autore Topic: Lezioni di lingue - Romanesco  (Letto 6262 volte)

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Lezioni di lingue - Romanesco
« Risposta #15 il: 13 Luglio 2007, 12:32:48 »
chiaraluna ha scritto:

kraus ha scritto:

Er voto - che è da leggere con la voce di Bombolo

certo che immaginarlo con la voce di Bombolo è davvero troppo forte [:D]

Sembra che l'abbia scritta addirittura lui: quella poesia gli si adatta a meraviglia![:D]
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Lezioni di lingue - Romanesco
« Risposta #16 il: 01 Febbraio 2008, 11:13:15 »
Altro sonetto del Belli:

Fra ttutti quelli c'hanno avuto er posto
De vicari de Dio, nun z'è mai visto
Un papa rugantino, un papa tosto,
Un papa matto uguale a Ppapa Sisto.

E nun zolo è da dì che dassi er pisto
A chiunqu'omo che j'annava accosto,
Ma nu la perdunò neppur'a Cristo,
E nemmanco lo roppe d'anniscosto.

Aringrazziam'Iddio c'adesso er guasto
Nun po' ssuccede ppiù che vienghi un fusto
D'arimette la Chiesa in quel'incrasto.

Perché nun ce po' èsse tanto presto
Un altro papa che je piji er gusto
De mèttese pe nome Sisto Sesto.



E' da notare che le sillabe finali dei versi sono tutte identiche, dando luogo a uno spiritoso cambio vocalico in quelle immeditamente precedenti: le combinazioni possibili ci sono tutte (-asto, -esto, -isto, -osto, -usto), per giunta distribuite il più equamente possibile.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"