Autore Topic: Lezioni di persiano  (Letto 3081 volte)

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Lezioni di persiano
« il: 30 Dicembre 2007, 11:12:00 »
E' il momento del ripasso, per cui vediamo un pochino tutte le meraviglie fin qui scoperte nelle varie firme e sottofirme con cui ho intasato allegramente il forum negli ultimi tre mesi.

Naturalmente, dal momento che l'iniziativa è del sottoscritto, non si può pensare a una serie ragionata di lezioni e/o consigli per gli acquisti, per cui partiamo da un punto a caso e ci muoviamo secondo le rigide norme del caos più totale.

Perciò, senza neppure guardarci indietro, cominciamo a coniugare il verbo "chiudere la porta" al passato remoto. Così, giusto per sapere da cosa partire, anche se "chiudere la porta" non è un verbo (accademicamente si direbbe che è un sintagma verbale) e il passato remoto spunta così come i dolori, senza preavviso. In realtà, comunque, il passato remoto è più semplice del presente indicativo.

Eccoci qua:

Ho chiuso la porta - dar rò bastam
Hai chiuso la porta - dar rò basti
Ha chiuso la porta - dar rò bast
Abbiamo chiuso la porta - dar rò bastim
Avete chiuso la porta - dar rò bastid (vale anche rivolto a una sola persona con cui non si ha confidenza)
Hanno chiuso la porta - dar rò bastand

E se volessimo dire "ho chiuso il libro, hai chiuso il libro ecc."?

Si fa così:

Ketòb rò bastam, ketòb rò basti, ketòb rò bast, ketòb rò bastim, ketòb rò bastid, ketòb rò bastand.

E che cos'è questo "rò"? E' una simpatica particella che si mette subito dopo il termine che subisce l'azione. La porta (dar) e il libro (ketòb) subiscono l'azione, per l'appunto: dunque meritano il loro bravo "rò" davanti e così non corrono il rischio di essere scambiati per gli autori della chiusura.


"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"


Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #1 il: 30 Dicembre 2007, 20:44:24 »
Kraus,mi coniughi in persiano "aripijate".?
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m


Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #2 il: 30 Dicembre 2007, 22:17:42 »
Dunquex: "aritake yourself" dovrebbe essere "az sar gereftan / gir", ma qui ci vuole una forma speciale per il riflessivo "az sar gereft shodan":

az sar gereft shodam - m'aripijo
az sar gereft shodi - t'aripiji
az sar gereft shod - s'aripija
az sar gereft shodim - s'aripijamo
az sar gereft shodid - v'aripijate
az sar gereft shodand - s'aripijano

Dunque l'imperativo dovrebbe essere: az sar gereft beshod! (Aripijate) Per la formula di cortesia o per rivolgersi a più persone avremo "az sar gereft beshodid!" (Aripijateve!)

--------------------------

Soddisfatta la domanda di c_d_m, proseguiamo col ripasso e mettiamo pure il caso che vogliamo localizzare nel tempo l'azione di cui parliamo (in altre parole volemo dì quann'è che è successa). Recentemente abbiamo letto questa frase:

Man miz rò tamiz kardam.

Sì, è proprio lui: si tratta del famoso "verbo composto" da nome/aggettivo + kardan (fare). In questo caso abbiamo l'aggettivo "tamiz" (pulito) che unito a kardan significa "pulire". Dunque "man miz rò tamiz kardam" è "ho pulito il tavolo". Ma quando? Ieri? Oggi? Una volta saputo che "ieri" si dice "diruz" e "oggi" è "emruz", potremo agevolmente dire quando è accaduto quel che è accaduto:

Man miz rò diruz tamiz kardam (ieri ho pulito il tavolo, letteralmente: io tavolo ieri pulire ho fatto).

Ricapitolando (e togliendo il soggetto, che non è obbligatorio):

Ieri ho pulito il tavolo - Miz rò diruz tamiz kardam
Ieri hai pulito il tavolo - Miz rò diruz tamiz kardi
Ieri ha pulito il tavolo - Miz rò diruz tamiz kard
Ieri avemo pulito er tavolo - Miz rò diruz tamiz kardim
Ieri avete pulito il tavolo - Miz rò diruz tamiz kardid
Ieri hanno pulito il tavolo - Miz rò diruz tamiz kardand

Ok, ci vediamo al prossimo ripasso. Bye bye!
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #3 il: 10 Gennaio 2008, 15:33:16 »
Oddio...kraus ce crede....
E' quando si autoconvince che è pericoloso...
Aiuto...!![xx(]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #4 il: 11 Gennaio 2008, 11:38:27 »
Tutto è cominciato dal giorno in cui mi sono autoipnotizzato ("Kraus, guarda il pendolino, guarda il pendolino... Ahò, ma che ci avrà 'sto treno de così interessante...")
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #5 il: 11 Gennaio 2008, 11:48:11 »
Eppure noi non immaginiamo...ma ci sono moltissimi "esponenti" persiani in Italia....
Ognuno di noi,probabilmente,ne possiede uno in casa,per l'appunto,esposto...
Il tappeto persiano!!![:0]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #6 il: 11 Gennaio 2008, 11:50:24 »
Ne ho uno proprio qui nella stanzina dove scrivo. Anche se mi sa che è il solito tappeto taroccato. Come dice Giobbe Covatta: due indiani veri, originali, di Caserta.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #7 il: 11 Gennaio 2008, 11:57:43 »
Indicazioni stradali:
-vai sempre dritto,poi prosegui Per-Siano ed arrivi dritto a Per-Siena

[:77][:252]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #8 il: 11 Gennaio 2008, 12:00:41 »
Sì, ma poi c'era 'sto Siani che riceveva un sacco di tappeti. Celebre il dialogo tra il produttore e i clienti:

"Vorrei comprare uno di questi tappeti"
"Non può, non sono in vendita. Sono tutti per Siani".

"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #9 il: 11 Gennaio 2008, 15:06:55 »
Alla scoperta della lingua italiana:
Derivazioni etimologiche e linguistiche della preposizione qualificativa aggiuntiva verbale opinabile con reiterazione del reato PER

-per_siano;
-per_dono;
-per_pendicolare;
-per_fetto;
-per_no;
-per_altro;
-per_icolo;
-per_a;
-per_fetto...
-per_favore...

..e via discorrendo.
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Lezioni di persiano
« Risposta #10 il: 11 Gennaio 2008, 22:38:08 »
Me sa che uno di questi giorni la lingua italiana ci farà causa...
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"