Autore Topic: E' ufficiale - parte terza  (Letto 2597 volte)

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« il: 11 Gennaio 2008, 11:02:56 »
La metropolitana avanza: a Torino, entro il 2009, verranno realizzate tutte le stazioni ancora in costruzione (da Porta Nuova al Lingotto) e presto verrà completata la stazione ferroviaria di Porta Susa. E' ufficiale: fra un paio d'anni potremo dire che "non ci sono più le mezze stazioni".


"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"


Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« Risposta #1 il: 11 Gennaio 2008, 15:14:22 »
"La metropolitana avanza".

Bene!!
Visto che non vi serve ne date un pò per la linea B a Roma??[:22][:136][:251]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m


Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« Risposta #2 il: 11 Gennaio 2008, 18:57:21 »
Per servire serve, il fatto è che l'hanno fatta a pezzettoni come la marmellata: prima da Collegno a Porta Susa, poi da P. Susa a Porta Nuova e poi ci sarà l'ultimo tratto. E poi eran dagli anni '60 che si parlava di fare 'sta benedetta metro: ce n'hanno messo di tempo... Non ricordo più: a Roma stanno costruendo altre linee?

Edit: ho capito la battuta ora [:D]

C'era anche quell'altra: Cesare, la macedonia avanza... Mettetela nel frigo!
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« Risposta #3 il: 11 Gennaio 2008, 20:34:39 »
"Edit: ho capito la battuta ora "

Azz...ci mettevi un altro pò e si rifaceva natale....[:62][:76]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« Risposta #4 il: 11 Gennaio 2008, 22:24:05 »
Ero distratto (per la serie "dicono tutti così) e pensavo all'adorata metro in the world che allieta il mio viaggio quotidiano verso l'ufficio e poi il ritorno a casina...
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« Risposta #5 il: 12 Gennaio 2008, 14:50:46 »
METROPILITANA
UNDERGROUND

Senti come suona diversamente...
La nostra lingua certe volte in confronto a quella inglese pare un pò da peracottari...
[:(]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« Risposta #6 il: 13 Gennaio 2008, 09:35:26 »
Tant'è vero che c'era un periodo in cui era tutto "underground": è una musica underground, è un abito un po' underground, un'atmosfera decisamente underground ecc. ecc. Te lo immagini se invece fossero saltati fuori i concerti metropolitani, le feste metropolitane e via dicéndolo? Le uniche ad avere attecchito sono state le leggende metropolitane, ma questa è 'n'antra storia...
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"

Offline c_d_m

  • UTENTE STORICO
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1985
  • A TRUE LEGEND NEVER DIES
    • Mostra profilo
    • http://www.plagimusicali.net/
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« Risposta #7 il: 13 Gennaio 2008, 11:53:52 »
Prendi dei testi in inglese..
Il suono è abbondantemente più intrigante rispetto alla fonetica italiana.
Anche se gli stessi testi tradotti sono a dir poco "imbarazzantemente" ridicoli[xx(]
Carpe diem quam minimum credula postero

c_d_m

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
E' ufficiale - parte terza
« Risposta #8 il: 13 Gennaio 2008, 20:46:44 »
Beh, l'inglese è una lingua rapida, nel senso che usa parole molto più brevi e ne usa di meno (in media) dell'italiano. Spesso un casino tremendo da tradurre sono i titoli, prendi quelli dei film, per esempio: talvolta conviene lasciarli così come sono perché una traduzione letterale farebbe cascare le braccia e non è facile trovarne un'altra che non contenga tre o quattro parole in più.

Però, detto tra noi, l'italiano mi piace più dell'inglese. Come suoni e come espressioni.
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"