Autore Topic: BUON NATALE  (Letto 2774 volte)

Offline Carlo

  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 3077
  • > BRINDISI <
    • Mostra profilo
    • www.plagimusicali.net
    • E-mail
BUON NATALE
« il: 13 Dicembre 2010, 22:16:40 »




                                                        
                        







« Ultima modifica: 13 Dicembre 2010, 22:25:03 da Carlo »



Offline silvana.g

  • Utente senior
  • ****
  • Post: 513
    • ICQ Messenger -
    • MSN Messenger -
    • AOL Instant Messenger -
    • Yahoo Instant Messenger -
    • Mostra profilo
Re: BUON NATALE
« Risposta #1 il: 14 Dicembre 2010, 11:40:47 »
Altrettanto a te e a coloro che leggeranno.
« Ultima modifica: 14 Dicembre 2010, 11:41:04 da silvana.g »
 

Offline Carlo

  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 3077
  • > BRINDISI <
    • Mostra profilo
    • www.plagimusicali.net
    • E-mail
Re: BUON NATALE
« Risposta #2 il: 24 Dicembre 2010, 01:16:45 »
« Ultima modifica: 24 Dicembre 2010, 01:17:10 da Carlo »

Offline kraus

  • Utente storico e geografico
  • Moderatore globale
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 2026
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: BUON NATALE e qualcos'altro in libertà
« Risposta #3 il: 25 Dicembre 2010, 21:44:21 »
Ahem... Sono in ritardo...  ??? Comunque gli auguri kraussiani in differita di un felice Natale non ve li toglie nessuno  ;)

Beh, in qualità di "utente quasi sempre fuori forum" e detentore della tessera "Torno subito", per rimediare non posso far altro che augurarvi buoni 2011 e 2012, così mi porto avanti col lavoro. Così, al suono di una sinfonia schubertiana e davanti a un bicchiere di Vov, traggo il bilancio di una vita disgraziatamente sedentaria e inconcludente, lontano dalla musica leggera che ormai, una volta staccati i contatti con lo zoo di 105 che mi teneva almeno al corrente delle novità commerciali - commerciali in tutti i sensi, intendo -, purtroppo non mi commuove più da anni.

L'altro giorno stavo rischiando la nausea anche da tutta l'altra musica, soprattutto quella colta. Per evitare il tracollo sono ricorso al vecchio e sempre grande Elio e le Storie tese, autentico rimedio contro la malinconia, al jazz anni '40-60-80, al liscio per fisarmonica e canto che allieta matrimoni e fidanzamenti, bisognoso di un ritorno alle antiche voglie come di un telefonino e la sua batteria della ricarica.

L'intensa attività professionale (si fa per dire) ha quasi sepolto il buonumore dello scrivente, un tempo dedito alla follia pressoché quotidiana su queste righe e al nonsense ostinato che imperversava proprio in questa sezione. La lotta con le scadenze (ahi tempi di consegna, traviamento delle genti) mi ha coinvolto nella crisi che questo Paese, il continente e l'orbe terracqueo stanno simpaticamente attraversando da un po'.

Chiudo sperando che, lungi dal fare buoni propositi per l'anno prossimo (devo ancora tener fede a quelli che avevo preparato per l'anno scorso):

1) La crisi diventi solo una parola del passato. Prossimo, ma pur sempre passato;
2) Il sottoscritto riesca a cavar fuori qualche articolo strampalato e bislacco come a' bei tempi;
3) La musica (ogni genere di musica, dal country-folk al cool-classic con uno spruzzo di underground) appassioni il pubblico e raggiunga vertici invidiabili, perché cantare e suonare fa miracolosamente bene;
4) Il lavoro non scarseggi né sovrabbondi al punto di opprimere chi deve svolgerlo, e ci lasci il tempo di sorridere.

Questo è quanto. Auguroni!
"La fatica in salita per me è poesia" (M. Pantani)
"A nde cheres de cozzula Jubanna? Si no t'hamus a dare pane lentu"

Tessera #1 del club "Rivogliamo l'icona col ciuccio"